Home

Storia

Il Patrono

Il Parroco

Il Vice Parroco

Gruppi/Associazioni

Altre strutture

Dove siamo

Link

Giubileo Antoniano

Orari

Il ministero straordinario della Comunione

Con una apposita Istruzione della S. Congregazione per i sacramenti del 23 gennaio 1972, dal titolo Immensae caritatis, Paolo VI ha istituito questo speciale servizio, per accogliere precise e continue istanze delle varie Conferenze episcopali e, soprattutto, per rispondere ad una esigenza sempre pių diffusa, quella precisamente di dare a tutti coloro che lo desiderano e sono ben disposti la possibilitā di comunicarsi.
Significato del ministero straordinario.
L'istituzione dei ministri straordinari della Comunione č dunque da mettersi in rapporto non solo con la nuova ecclesiologia di comunione a cui si č fatto riferi­mento, ma anche con il rinnovamento teologico e pastorale relativo all'Eucaristia, considerata sia come banchetto sacrificale che come segno permanente della presenza oblativa di Cristo.
Questo ministero istituito č un'ulteriore prova della sollecitudine della Chiesa, nei confronti di tutti i fedeli, e
soprattutto dei malati, degli anziani e di quanti sono impediti di partecipare alla Messa, per consentire pių facilmente, anche ad essi, di partecipare pienamente al sacrificio di Cristo e ai suoi frutti salvifici con la Comunione; di conseguenza, anche per facilitare l'adorazione e il culto eucaristico in quei luoghi in cui non č facile avere a disposizione un sacerdote o un diacono per l'esposizione del SS.mo Sacramento.

In Parrocchia ci sono 14 Ministri Straordinari incaricati dal parroco con il mandato del Vescovo che portano la Comunione agli ammalati:

  1. Ernesto Patanč  (responsabile del gruppo dei Ministri Straordinari della Comunione)
  2. Maria Torrisi
  3. Salvo Tomarchio
  4. Francesco Sica
  5. Piero Pennisi
  6. Salvo Russo
  7. Melina Altavilla
  8. Pina Marsala
  9. Tatiana Condorelli
  10. Dorotea Reitano
  11. Giuseppe Abate
  12. Francesca Ganci
  13. Santa Sapienza
  14.